Back in Kosovo, please.

posted by

Sembra che tutto vada bene adesso, che la gente, la gente semplice, quella che dalla guerra scappata abbia finalmente voglia di far ritorno nel suo luogo tranquillo, nella sua “nazione” finalmente pacificata.

Salvo poi grattare solo di un po’ la superficie e scoprire che la gente semplice, proprio quella che scappata dalla guerra, in Kossovo, giorno per giorno, ci viene deportata per supportare con la propria fisica presenza le strategie politico/militari vincenti nella zona.

Leggete (ed indignatevi pure) il post di Sivola e l’appello/petizione contro la deportazione forzata dei Rom verso il Kossovo.